Star Wars: Musica e Mito

musica e mito

Alla scoperta della colonna sonora più famosa della galassia
e delle centinaia di citazioni con cui il cinema ha omaggiato
la saga stellare più famosa del Cinema

Sabato 16 aprile dalle ore 16
INGRESSO LIBERO
Ingresso alla mostra: intero 5 euro, ridotto 3 euro (bambini fino ai 10 anni, over 65, tesserati WOW), convenzionati 4 euro

Dalle ore 16 Massimo Privitera e Maurizio Caschetto, direttore e vicedirettore del web magazine ColonneSonore.net presentano Star Wars: Musica e Mito, una speciale conferenza/seminario dedicata alle musiche della Saga filmica creata da George Lucas: un incontro dedicato a tutti gli appassionati, ma anche agli estimatori della grande musica. Il pubblico sarà guidato in un viaggio cine-musicale attraverso l’opera scritta dal compositore americano John Williams per i sette film della Saga di Star Wars che traccerà la storia della sua genesi e del suo sviluppo che separano il primo film (Guerre stellari, 1977) dall’ultimo (Episodio VII – Il risveglio della forza, 2015). Un’analisi approfondita con l’ausilio di esempi audio e video che aiuteranno a svelare i segreti e l’importanza di quella che l’American Film Institute ha celebrato nel 2005 come “la colonna sonora più importante della storia del cinema” e che oggi è diventata oggetto di culto tanto quanto gli stessi film. Un’occasione unica per approfondire la figura del compositore John Williams, autore di colonne sonore immortali come quelle composte per E.T. – L’extraterrestre, Lo Squalo, Incontri ravvicinati del terzo tipo, I predatori dell’arca perduta, Indiana Jones e il tempio maledetto, Schindler’s List, oltre ovviamente a Guerre Stellari (Oscar come miglior colonna sonora nel 1978).

La seconda parte del pomeriggio è dedicata a un argomento altrettanto affascinante: le citazioni con cui il cinema ha omaggiato Star Wars con semplici apparizioni, nomi citati, riferimenti nascosti o scene esplicite. Grazie alla competenza di Amedeo Tecchio, grande “starwarsologo”, nonché titolare de La bettola di Yoda, la più grande collezione di materiale Star Wars d’Italia, un piccolo museo privato visitabile su appuntamento a Camisano Vicentino (Vicenza), il pubblico potrà vedere e scoprire in quanti film viene citata la saga stellare più amata di sempre. Si parte dalle note citazioni con cui Steven Spielberg ha voluto omaggiare l’amico George Lucas: il bambino travestito da Yoda che E.T.-L’extraterrestre incontra durante la festa di Halloween, i due Droidi C3PO e R2D2 che si intravedono scolpiti su un bassorilievo egizio alle spalle di Indiana Jones in I predatori dell’Arca Perduta (nel quale compare anche un idrovolante che si chiama OB – CPO), fino al nome del locale in cui prende inizio la vicenda di Indiana Jones e il tempio maledetto (battezzato Obi Wan in onore dell’omonimo maestro Jedi). Per altro, questi di Spielberg, tutti film che hanno proprio nella musica di Williams un suggestivo denominatore comune! E poi altre meno note, tutte da scoprire, come la spada laser che compare in Asterix alle Olimpiadi, la foto di George Lucas intento a scrivere la sceneggiatura di Episodio Uno che fa capolino in una scena di Men in Black, il poster con Darth Vader nella cameretta del ragazzino di Poltergeist demoniache presenze, fino al recente negozio ricolmo di gadgettistica starwarsiana che compare in Tomorrowland con George Clooney o la comparsata degli eroi lucasiani in versione “mattoncino” nel divertente The Lego Movie.

 

 

 

 

Iscriviti alla newsletter!

Condividi

4tpvms - woo9ju - 30oc9j - 4ae38g - 4ux3kb - 7gjx3o - t2ayvp - iqt1r6