• <p><strong>Lo storico anime giapponese <em>Lady Oscar</em>&nbsp;compie 45 anni confermandosi una delle serie animate pi&ugrave; amate di sempre</strong>, che, mai uscito dalle programmazioni TV, ha tenuto incollate allo schermo ben tre generazioni di fan.</p><p>Per festeggiare questo importante traguardo <strong>WOW Spazio Fumetto, in collaborazione con Yamato Video</strong>, dedica all&rsquo;affascinante comandante delle guardie reali Oscar Fran&ccedil;ois de Jarjayes, alla regina Maria Antonietta, al bell&rsquo;Andr&eacute; e a tutti i personaggi dell&rsquo;anime una <strong>mostra celebrativa</strong> che ripercorre tappa per tappa la romantica vicenda dei protagonisti in un affascinante intreccio tra realt&agrave; storica, con le vicende della Rivoluzione Francese a far da sfondo, e finzione. In mostra pannelli illustrativi, cel originali, bambole, merchandising, riproduzioni di abiti storici e cosplay, pettinature, approfondimenti storici su molte curiosit&agrave; tutte da scoprire e tantissime testimonianze che ripercorrono 45 anni di ininterrotto amore dei fan&nbsp;per il personaggio di Oscar. E con una grande rivelazione: la storia di Francesca Scanagatta, la Lady Oscar milanese che fece carriera nell&rsquo;esercito austriaco fingendosi uomo.</p><p><strong>La mostra gode del Patrocinio Culturale del Consolato Generale del Giappone.</strong></p><p><br /><em>La mostra &egrave; prodotta da WOW Spazio Fumetto in collaborazione con Yamato Video, a cura di Yamato Video, Enrico Ercole, Angelo Capozzi e Luca Bertuzzi, con il contributo del <strong>Lady Oscar Italian Fan Club</strong> e di tantissimi collezionisti che hanno messo a disposizione i loro tesori.</em></p><p><br /><strong>Domenica 26 maggio 2024: Una giornata a corte</strong></p><p><em><strong>Evento di apertura</strong></em><br />Domenica 26 maggio&nbsp;dalle ore 16:00 si terr&agrave; un incontro aperto al pubblico per celebrare la ricorrenza, con ospiti d&rsquo;onore, esperti, figuranti in costume storico, cosplay e come madrine d&rsquo;eccezione Clara Serina, indimenticata voce dei Cavalieri del Re che cant&ograve; l&rsquo;iconica sigla, e Lady Kurimi&nbsp;e Ale Rega, i cosplayer&nbsp;di Oscar e Andr&eacute; pi&ugrave; ammirati e accurati d&rsquo;Italia.</p><p><em>Evento a ingresso libero, mostra visitabile con biglietto</em></p><p>&nbsp;</p>
  • <p><strong>Lo Studio d&rsquo;arte Andromeda &ldquo;da oltre quarant&rsquo;anni nel cuore della citt&agrave; di Trento&rdquo; ha come missione il promuovere e valorizzare l&rsquo;arte in campo internazionale negli ambiti della satira, illustrazione, pittura, grafica, fumetto, fotografia e un po&rsquo; d&rsquo;altro&hellip;</strong></p><p><strong>Inaugurazione della mostra sabato 11 maggio alle ore 16,30 con la presenza di una delegazione dello Studio Andromeda.</strong></p><p>&nbsp;</p><p>Nell&rsquo;estate del 1977, a Trento, nasce lo Studio d&rsquo;Arte Andromeda, associazione culturale che ha fatto della promozione e valorizzazione dell&rsquo;arte la propria missione e che da oltre quarant&rsquo;anni opera in campo internazionale negli ambiti della satira, illustrazione, pittura, grafica, fumetto, fotografia e un po&rsquo; d&rsquo;altro.</p><p>Il nome fa riferimento all&rsquo;omonima galassia, grande raggruppamento di stelle che, come lo Studio Trentino, accoglie e raccoglie al proprio interno ogni forma espressiva. Andromeda ha mantenuto fede ai propri intenti, portando il proprio nome in giro per il mondo, quale organizzatrice della Rassegna Internazionale di Satira e Umorismo &ldquo;Citt&agrave; di Trento&rdquo; e del concorso &ldquo;Sorrisi dal mondo&ldquo; che si svolge ogni anno in concomitanza con il Festival dell&rsquo;Economia a Trento.</p><p>Nel 1979 lo Studio d&rsquo;arte Andromeda, grazie anche al sostegno del Gruppo Grafico Marosticense, ha dato vita alla 1^ Rassegna di satira trentina, dal titolo &ldquo;Trento fra realt&agrave; e follia&rdquo;. Col passare delle edizioni questo evento si &egrave; fatto conoscere a livello internazionale, registrando ogni anno la partecipazione di centinaia di autori da ogni parte del mondo e modificando il proprio nome in Rassegna Internazionale di Satira e Umorismo &ldquo;Citt&agrave; di Trento&rdquo;, che attraverso la proposta di temi strettamente legati all&rsquo;attualit&agrave; vuole riflettere e far riflettere, portando all&rsquo;attenzione dei visitatori le tante interpretazioni che vengono date dagli artisti alle diverse tematiche.</p><p>Fin dalla prima edizione del Festival dell&rsquo;Economia, Andromeda &egrave; presente nelle piazze di Trento con proposte laboratoriali per bambini e ragazzi, coinvolgendo grandi nomi della satira che, tramite il disegno dal vivo, riflettono sui diversi temi del Festival. Ogni anno, a queste attivit&agrave;, si affianca una mostra dal titolo &ldquo;Sorrisi dal mondo&rdquo; che mette in mostra i lavori di autori e autrici internazionali legati al tema dell&rsquo;edizione corrente.</p><p>&nbsp;</p><p>Inoltre ha curato momenti espositivi legati a differenti linguaggi artistici, ospitando negli anni le mostre di grandi nomi dell&rsquo;illustrazione, della satira, del fumetto e del film di animazione, quali Stepan Zavrel, Sergio Toppi, Cesare Reggiani, Karel Thole, Fabian Negrin, Anna Castagnoli, Oscar Sabini, Ana Ventura, Svetlan Junacovic, Javier Zabala, Bruno Bozzetto, la Scuola di disegno anatomico del Rizzoli di Bologna, e molti altri.</p><p>Con uno sguardo attento anche agli scenari internazionali, lo Studio Andromeda ha coinvolto artisti da tutto il mondo in progetti come &ldquo;Di qua e di l&agrave; dal mare&ldquo;, in occasione dei cinquecento anni dalla scoperta dell&rsquo;America, e il Progetto Prijedor, una raccolta fondi grazie alla quale &egrave; stata costruita una galleria d&rsquo;arte all&rsquo;interno della martoriata citt&agrave; bosniaca.</p><p>&nbsp;</p><p>Negli anni lo Studio ha dimostrato un impegno continuo legato a tematiche di importanza sociale, collaborando con enti, biblioteche e associazioni sul territorio regionale e internazionale. Da pi&ugrave; di vent&rsquo;anni cura e organizza workshop e momenti laboratoriali artistico/espressivi, collaborando con importanti festival del territorio Trentino, come il Trento Film Festival, un legame nato nel 2006 con la realizzazione della mostra &ldquo;54&rdquo; curata insieme a Maurizio Nichetti, direttore artistico del Festival in quegli anni, sodalizio sviluppatosi successivamente attraverso l&rsquo;organizzazione di numerosi laboratori per bambini e ragazzi. Con il Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani ha portato laboratori nelle classi delle scuole superiori della provincia legati a vari temi. Il pi&ugrave; importante &egrave; stato &ldquo;Volti di Pace&rdquo;, in cui sono state create una serie di targhe dedicate ai grandi personaggi del pacifismo.</p><p>&nbsp;</p><p>L&rsquo;impegno nell&rsquo;organizzazione di momenti laboratoriali aperti alla cittadinanza &egrave; uno dei cardini dell&rsquo;attivit&agrave; dello Studio: attraverso una programmazione mirata vengono offerti momenti di scambio creativo rivolti a tutte le fasce di et&agrave;.</p><p>Un&rsquo;altra importante realt&agrave; dell&rsquo;associazione &egrave; il &ldquo;Laboratorio di disegno umoristico, illustrazione e fumetto&rdquo;, uno spazio in cui i giovani disegnatori e disegnatrici tra i 12 e i 30 anni trovano un luogo dove portare le proprie idee per svilupparle e capire le fasi fondamentali della progettazione, tutto sotto la guida di professionisti dell&rsquo;associazione. Non mancano poi laboratori e workshop su diversi argomenti rivolti agli adulti.</p><p><strong>Nell&rsquo;esposizione milanese verr&agrave; narrata attraverso testi e immagini, una buona parte di tutta la sua storia.</strong></p><p>&nbsp;</p>
Le mostre
  • <p><strong>Torna il Campus Estivo di Didattica WOW!</strong></p><p>Un campus creativo e divertente per passare l&rsquo;estate insieme, dedicato a bambini e ragazzi&nbsp;<strong>dai 7 ai 14 anni.</strong></p><p>Il campus &egrave; organizzato negli spazi del museo, con l&#39;utilizzo anche degli spazi esterni per le attivit&agrave; ludiche. Tema di quest&#39;anno: il magnifico mondo delle&nbsp;<strong>fiabe!</strong></p><p>Ogni settimana del Campus WOW &egrave; dedicata all&#39;approfondimento e alla sperimentazione di una tematica artistica diversa:&nbsp;nel pomeriggio si terranno lezioni di fumetto, manga e animazione in base al tema della settimana, mentre la mattina ci saranno giochi, proiezioni e attivit&agrave; di disegno.</p><p>&nbsp;</p><p><strong>Settimane disponibili:</strong></p><p>10-14&nbsp;giugno (tema della settimana: Manga)<em> </em>-&nbsp;<em>settimana piena. aperta la lista d&#39;attesa</em></p><p>17-21&nbsp;giugno (tema della settimana: Fumetto)<em> </em>-&nbsp;<em>settimana piena. aperta la lista d&#39;attesa</em></p><p>24-28 giugno&nbsp;(tema della settimana: Animazione)</p><p>1-5&nbsp;luglio (tema della settimana: Fumetto)</p><p>8-12&nbsp;luglio (tema della settimana: Manga)</p><p>15-19 luglio (tema della settimana: Animazione)</p><p>22-26&nbsp;luglio (tema della settimana: Fumetto)</p><p>26-30&nbsp;agosto (tema della settimana: Manga)</p><p>2-6&nbsp;settembre&nbsp;(tema della settimana: Fumetto)</p><p>&nbsp;</p><p>Il campus si svolger&agrave;&nbsp;<strong>da luned&igrave; a venerd&igrave; dalle 9:00 alle 16:30</strong>, con ingressi scaglionati e possibilit&agrave; di ingresso anticipato e uscita posticipata (8:30-17:30) con maggiorazione di 10 euro&nbsp;sulla quota base.</p><p><strong>Programma di ogni settimana:</strong></p><p>9:00-9:30 ingresso</p><p>9:45-11:00 attivit&agrave;, giochi, letture o&nbsp;proiezioni</p><p>11:00-11:30 merenda (fornita dal museo)</p><p>11:30-12:30 attivit&agrave;, giochi, letture o&nbsp;proiezioni</p><p>12:30-14:00&nbsp;pranzo (al sacco, non fornito dal museo)</p><p>14:00-16:00 lezione di fumetto, manga o animazione in base alla settimana</p><p>16:00-16:30 uscita</p><p>&nbsp;</p><p><strong>Politica di cancellazione</strong>: In caso di disdetta effettuata entro i 14 giorni dall&rsquo;inizio della settimana prescelta, la quota verr&agrave; rimborsata per il 50%. Ogni settimana verr&agrave; attivata al raggiungimento di un numero minimo di iscritti. Maggiori dettagli nel modulo di iscrizione.</p><p>&nbsp;</p>
  • <p><strong>Torna Meet&amp;Play, in un&rsquo;edizione rinnovata e in una nuova sede.</strong></p><p>Dopo la prima edizione del 2023, che ha contato 200 partecipanti e 16 prototipi di giovani game designer, <strong>dal 17 maggio</strong>, per tre venerd&igrave; consecutivi, <strong>WOW Spazio Fumetto</strong> - una realt&agrave; unica in Italia, di respiro internazionale, trasversale a media, arti e generi diversi - <strong>ospita</strong>, oltre a un <strong>ciclo di sessioni pomeridiane di playtest aperto al pubblico</strong>, alcuni <strong>incontri con esperte ed esperti del settore videoludico</strong>.</p><p><strong>Meet&amp;Play</strong>, <strong>pensato</strong> dallo studio di design indipendente <strong>We Are Muesli, </strong>&egrave; un&rsquo;occasione non solo per <strong>testare giochi e videogiochi</strong>, e <strong>confrontarsi</strong> <strong>su</strong> <strong>meccaniche</strong>, <strong>regole</strong>, <strong>finali</strong> da progettare, ma anche per <strong>riflettere sull&rsquo;importanza degli esperimenti e delle contaminazioni nel game design</strong>.</p><p>I prototipi di gioco presentati saranno in gran parte quelli degli <strong>studenti</strong> e delle <strong>studentesse</strong> del trienno di Produzione Game di <strong>SAE Institute Milano</strong>, con circa <strong>20 tra board games e videogames</strong> di ogni genere e tipologia gi&agrave; annunciati.</p><p>&nbsp;</p><p><strong>Il filo conduttore della sperimentazione lega anche i talk che si alterneranno nei tre pomeriggi</strong>.</p><p>Aprono il <strong>17 maggio</strong> l&rsquo;intervento di <strong>Matteo Pozzi (We Are Muesli)</strong> sull&rsquo;attuale esperienza di sviluppo del videogioco &ldquo;slice-of-life&rdquo;<em> In Their Shoes</em>, e di <strong>Greta Carrara</strong> sulle tecniche per rendere un gioco accessibile, mentre il <strong>24 maggio</strong> <strong>Pietro Polsinelli</strong> si occuper&agrave; di game design e teatro, e <strong>Cristina Resa</strong> di strategie di scrittura e di adattamento di un videogioco per comunicare in modo non escludente. Per finire, il <strong>31 maggio</strong> <strong>Nicoletta Gomboli</strong> e <strong>Giulio Bordonaro (This is Not a Duo)</strong> parleranno del rapporto tra game design e intelligenza artificiale, e <strong>Lorenzo Redaelli</strong> della sua esperienza autoriale con la visual novel <em>Mediterranea Inferno</em> (premio Excellence in Narrative al recente IGF di San Francisco).</p><p>In chiusura, il <strong>31 maggio</strong>, concerto con Game Boy di <strong>Kenobit</strong>.</p><p>&nbsp;</p><p>L&rsquo;ingresso &egrave; <strong>gratuito</strong>, ma &egrave; richiesta la <strong>prenotazione su Eventbrite</strong> (dov&rsquo;&egrave; disponibile anche il programma di tutti gli incontri) ai seguenti link:</p><p><strong>17 maggio</strong> - <a href="https://www.eventbrite.it/e/biglietti-meet-play-faccio-giochi-vedo-gente-s02e01-883955373317?aff=oddtdtcreator">https://www.eventbrite.it/e/biglietti-meet-play-faccio-giochi-vedo-gente-s02e01-883955373317?aff=oddtdtcreator</a></p><p><strong>24 maggio</strong> - <a href="https://www.eventbrite.it/e/biglietti-meet-play-faccio-giochi-vedo-gente-s02e02-883957549827?aff=oddtdtcreator">https://www.eventbrite.it/e/biglietti-meet-play-faccio-giochi-vedo-gente-s02e02-883957549827?aff=oddtdtcreator</a></p><p><strong>31 maggio</strong> - <a href="https://www.eventbrite.it/e/biglietti-meet-play-faccio-giochi-vedo-gente-s02e03-883958693247?aff=oddtdtcreator">https://www.eventbrite.it/e/biglietti-meet-play-faccio-giochi-vedo-gente-s02e03-883958693247?aff=oddtdtcreator</a></p><p>&nbsp;</p>
Eventi
Didattica
  • Servizi
  • Servizi
  • Servizi
  • Servizi
Servizi