Mostra-omaggio Pokémania

Mostra-omaggio Pokémania!

Dal 1° settembre al 2 ottobre 2016
Orari di apertura: da martedì a venerdì, ore 15:00-19:00; sabato e domenica, ore 15:00-20:00.
Ingresso libero

WOW Spazio Fumetto Pokéstop

 

WOW Spazio Fumetto è stato trasformato in un Pokéstop (i punti di interesse dove i giocatori devono recarsi per guadagnare punti e oggetti speciali) di Pokémon GO, il gioco per smartphone del momento. Non solo, anche il parco Oreste del Buono, adiacente al museo, è presente nel gioco addirittura come Palestra, uno dei luoghi dove si può far combattere i propri Pokémon contro quelli degli altri.

Nel ventennale dei simpatici mostriciattoli giapponesi, WOW Spazio Fumetto non poteva quindi non dedicare una mostra-omaggio alla storia di questo franchise. Tornati recentemente alla ribalta grazie all’incredibile successo di Pokémon GO, i mostriciattoli combattenti sono infatti nati nel 1996 come videogioco, per diventare poi una serie animata, un fumetto, un gioco di carte, una serie di figurine e di gadget. La mostra a ingresso libero – curata da Alberto Brambilla – racconta la storia dei Pokémon, a partire dal character design di Ken Sugimori per passare all’anime e alle illustrazioni di carte e figurine, fino alla grafica 3D in realtà aumentata di Pokémon GO. Una sezione importante sarà dedicata alla serie animata e ai film che ne sono stati tratti, tassello fondamentale nella mitologia dei Pokémon. Completeranno la mostra gadget, pupazzi e manifesti cinematografici dedicati ai Pokémon, per mostrare come i mostriciattoli siano “usciti” dal loro mondo digitale per invadere la nostra realtà.

Vent’anni di Pokémon
Il termine Pokémon è la contrazione di Poketto Monsutā, la pronuncia giapponese dell’espressione inglese Pocket Monster, ossia “mostri tascabili”. L’esordio avviene in un videogioco per Game Boy: ideato da Satoshi Tajiri e Ken Sugimori, viene pubblicato in Giappone nel 1996 e l’anno successivo nel resto del mondo. L’obiettivo del gioco – ottenere un esemplare di tutte e 150 le specie di Pokémon esistenti – è impossibile senza la collaborazione degli amici: per completarlo è necessario, infatti, scambiare i “doppioni” con gli altri collezionisti, grazie alla possibilità di collegare due Game Boy. Il successo del videogioco porta rapidamente alla produzione di una serie animata, che debutta il 1° aprile 1997 in Giappone. In Italia la vedremo solo dal 2000, ma trasformerà un videogioco di successo in un fenomeno di costume: manga, riviste dedicate, giocattoli, gadget, magliette, oggettistica e un celebre gioco di carte collezionabili.

Intanto Nintendo continua a sviluppare nuovi capitoli della saga, arrivando a produrre 20 titoli originali in 20 anni, oltre ai remake delle versioni più vecchie per nuove piattaforme di gioco e decine di videogiochi fuori serie, divisi in sei generazioni di giochi per un totale di 721 Pokémon. Fino all’arrivo della app Pokémon GO: sviluppata da Niantic e The Pokémon Company in collaborazione con Nintendo, in poco meno di due mesi è stata scaricata centinaia di milioni di volte dagli store Android e Apple, battendo tutti i record precedenti di download.

Comunicato stampa Mostra Pokémon

Iscriviti alla newsletter!

Condividi

4tpvms - woo9ju - 30oc9j - 4ae38g - 4ux3kb - 7gjx3o - t2ayvp - iqt1r6